Docenti

Lucio Matarazzo (Avellino, 31 luglio 1956) è uno dei didatti italiani più apprezzati e conosciuti a livello internazionale. Ha studiato con Eduardo Caliendo al Conservatorio “Cimarosa” di Avellino, dove si è diplomato “summa cum laude”. Successivamente ha completato la sua formazione con Oscar Ghiglia, José Tomás e, per molti anni, con Angelo Gilardino presso l’Accademia “Perosi” di Biella. Ha suonato per 20 anni come membro dello straordinario duo di chitarre Fragnito-Matarazzo, pubblicando opere di Dodgson, Piazzolla, Castelnuovo-Tedesco, Ruiz-Pipò, Farkas, 5 CD e 2 LP.  I suoi CD monografici solistici con opere di Carcassi, Legnani e Giuliani hanno avuto un successo mondiale e sono un riferimento nelle interpretazioni di questi autori. Lucio Matarazzo è stato membro fondatore del GuitArt Quartet e ha eseguito in prima assoluta concerti con orchestra dedicati al GQ, come il Concierto Italico e la Gismontiana di L.Brouwer, il Concerto Italiano di A.Gilardino e il Concerto Rapsodico di G.Drozd. Con il GQ ha registrato alcuni CD e realizzato, con L.Brouwer, il DVD video “Diario Italico” comprendente la prima mondiale di Concierto Italico, diretta dall’autore. Ha inoltre suonato per tre anni con il celebre virtuoso Aniello Desiderio registrando un CD per Brilliant Classics con la prima assoluta del Concerto del Sepeithos per due chitarre e orchestra e la Sonatina per due chitarre dedicate al loro VirtuosoDuo da A.Gilardino. Dirige la collana editoriale “Classici della didattica storica per chitarra” per la Ut Orpheus arrivata al 23mo volume. Ha fondato e dirige il magazine online DotGuitar.it e l’etichetta discografica DotGuitar/CD con un catalogo di oltre 150 CD dedicati alla chitarra. “the performance…is excellentHe demonstrates that if you take a piece of well-tailored music and apply the ordinary rules of musical performance to it, as any pianist would do, the result is magic”Colin Cooper – Classical Guitar

 

Giulio Tampalini (Brescia, 19 novembre 1971) nel 2014 ha ricevuto a Milano il Premio delle Arti e della Cultura. È considerato dalla critica uno degli interpreti più innovativi e carismatici del panorama musicale. Dopo il diploma con dieci e lode al Conservatorio di Cuneo, ha vinto i maggiori premi internazionali di chitarra, il Concorso “Yepes” di Sanremo, il “Sor” di Roma, due volte il Torneo Internazionale di Musica di Roma, il “De Bonis” di Cosenza. Ha vinto due Chitarre d’oro per il miglior disco: nel 2003 con il Tárrega: Opere complete per chitarra e nel 2018 per l’album Castelnuovo-Tedesco: Complete Works for Soprano and Guitar. Si esibisce regolarmente in Europa, Asia e Stati Uniti come solista e con orchestra. Nella sua imponente produzione discografica sono presenti cd dedicati al Novecento italiano, l’opera completa per chitarra sola di Castelnuovo-Tedesco, il Concierto de Aranjuez di Rodrigo, un monografico su Gilardino, le Sei Rossiniane di Giuliani, il Concerto n. 1, il Quintetto e il Romancero Gitano di Castelnuovo-Tedesco e quattro integrali: Tárrega, Llobet, Matiegka e Villa-Lobos. Con Giovanni Podera è curatore della collana “I Maestri della Chitarra” (Edizioni Curci). È docente di chitarra presso la Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro” e presso il Conservatorio di Adria, direttore dell’Accademia Internazionale della Chitarra di Brescia, tiene seguitissime masterclass in Italia, Europa e Asia e America. E’ artista D’Addario e suona chitarre del liutaio Philip Woodfield.

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close